Rete delle Donne Luterane


LogoFNW2
La Rete delle Donne Luterane della CELI è stata fondata a Venezia, nel 1999, su iniziativa della Presidente del Sinodo di allora, Bärbel Naeve, in collaborazione con la rappresentante del WICAS per l’Europa Occidentale, Dr. Brigitte Enzner-Probst, e col sostegno della Direttrice dell’Attività delle Donne del Gustav-Adolf-Werk (GAW) in Germania, Gisela Schäfer. Membri fondatori furono 2 delegate per ognuna delle 12 comunità. Serve a promuovere lo sviluppo dell’attività delle donne nelle comunità e a rinsaldare la comunione della CELI mediante visite e scambi reciproci. Le attività della RDL sono aperte a tutte le donne. Organizza seminari, conferenze e colazioni delle donne e promuove il loro aggiornamento. L’idea di diffondere la Giornata Mondiale di Preghiera e di mettere a disposizione materiale preparatorio bilingue è una delle cose che le stanno particolarmente a cuore ed è attuata per mezzo di una delegata speciale, competente per la GMP.

Uno dei punti salienti è l’ecumenismo: la RDL, per esempio, invia una rappresentante al Comitato Nazionale della FDEI (Federazione delle Donne Evangeliche in Italia). Grande valore viene attribuito al contatto con il segretariato per le donne (Women in Church and Society, WICAS) della Federazione Luterana Mondiale, che ha sede a Ginevra. Per l’organizzazione interna si è data un regolamento. La Rete Donne Luterane è suddivisa in 4 regioni, ognuna delle quali è coordinata da una Referente Regionale. Ogni 2 anni si svolge la Conferenza Nazionale, cui sono invitate 2 delegate per ogni comunità. Ogni 4 anni, nel corso di quest’assemblea, si effettuano elezioni per nominare le nuove detentrici degli incarichi. La RDL è opera della CELI, ancorata nel suo statuto, ed è dotata di un capitolato di bilancio. La Referente Nazionale ha il suo posto nel Sinodo, dove ha anche diritto di voto.

 

La Rete delle Donne della nostra chiesa è membro delle Chiese Evangelische in Italia (FDEI) e, insieme siamo impegnati a diffondere iniziative per il superamento della violenza verso donne e bambini.

IMG_0279.JPG giov nero

Una delle iniziative è “Giovedì in Nero”, proposto dal Consiglio Europeo delle Chiese (CEC), alla quale aderisce la Rete delle Donne luterane: vorremmo far conoscerla anche nelle nostre comunità. Alleghiamo, come informazione aggiuntiva, la lettera della Presidente della FDEI, pastora Gabriela Lio.

 

 

Nel mese di marzo 2019, è stato fondato l’Osservatorio interreligioso sulle violenze contro le donne (OIVD). Anche una rappresentante della Rete delle Donne Luterane della C.E.L.I ha fatto parte del gruppo costituente. Sotto il link www.oivd.it si possono trovare molte informazioni su questa iniziativa.