Letti ospedalieri per cure domiciliari - Chiesa Evangelica Luterana in Italia

Letti ospedalieri per cure domiciliari

La fede è anche un letto
La Comunità di Trieste mette a disposizione 50 letti d’ospedale per lungodegenti a domicilio

A Trieste solo in una farmacia si possono trovare dei volantini che ne parlano, se no ci sono il bollettino della Comunità e il passaparola. Questo è tutto, ma è più che sufficiente e la domanda è grande. La Comunità Evangelica Luterana di Trieste fornisce letti d’ospedale a lungo termine. Letti altamente tecnici per anziani degenti che vengono accuditi a domicilio, persone che sono costrette a restare coricate a lungo perché malate e che non possono permettersi un letto del genere.

Chi si occupa di un congiunto nel proprio domicilio o chi è costretto da una malattia ad un lungo periodo di degenza ha anche la possibilità di iscriversi nella lista d’attesa del servizio sanitario pubblico. Ma i tempi di attesa sono spesso lunghissimi. La Comunità Luterana agisce invece velocemente e senza troppa burocrazia, basta una chiamata in segreteria e si può venire a ritirare il letto. Non appena il servizio sanitario pubblico fornisce un letto quello prestato dalla comunità torna immediatamente disponibile, pronto per accogliere un altro paziente.

Il progetto è iniziato nel 2018 quando la comunità luterana ha ricevuto in dono dieci letti d’ospedale da una casa di riposo in Germania. Nel 2020 si sono aggiunti altri venti letti, acquistati grazie alla generosa donazione da parte della „Fondazione Berta e Alfredo Giovanni Dorni“; altri dieci arriveranno a marzo. La coppia triestina nel suo lascito testamentario ha destinato parte del suo patrimonio al sostegno di iniziative sociali caritatevoli, soprattutto a favore della popolazione anziana. La Comunità Evangelica Luterana ha ricevuto nell’anno 2020 una donazione di 25.000 euro dalla fondazione, ai quali si aggiungeranno altri 15.000 euro nel corso del 2021, per i quali è previsto l’acquisto di ulteriori dieci letti che porterebbe il numero complessivo a cinquanta. L’aspetto pratico del progetto, i costi di trasporto, sono invece finanziate tramite i fondi 8xmille.

Il servizio è richiesto principalmente da persone anziane, socialmente svantaggiate e/ o con malattie croniche. Sette dei venti nuovi letti sono già stati consegnati appena arrivati. Gli altri sono piegati e aspettano di essere impiegati in un magazzino nell’edifico dove si trova l’ufficio della Comunità, nel centro storico di Trieste.

Il pastore Aleksander Erniša: “La donazione generosa da parte della Fondazione Dorni è arrivata del tutto inattesa. Di solito finanziamo i nostri progetti diaconale tramite i fondi dell’8xmille che sono per una Comunità piccola come la nostra, di fondamentale importanza. Più donazioni e sostegno finanziario riceviamo, meglio possiamo assumerci la nostra responsabilità diaconale nella società.”

Per informazioni più dettagliate potete rivolgervi all’ufficio comunitario: trieste@chiesaluterana.it, Tel. 040 – 630168

nd

10.02.2021