Progetto “Imparo ciò che vivo”

volantino bullismo 2018-2

 

Il progetto ha finalità educative, di formazione, d’istruzione e di prevenzione.

Nello specifico:

  1. La lotta al bullismo e al cyberbullismo;
  2. L’integrazione e le diversità culturali;
  3. Diritti e libertà dei minori;
  4. Il rapporto con l’informatica e la tecnologia – benefici e/o danni;
  5. Le regole d’oro per essere dei buoni cittadini;
  6. La Costituzione della Repubblica italiana;
  7. Corretto stile di vita attraverso un’alimentazione sana e rispetto dell’ambiente.

Il servizio viene offerto ai bambini di terza, quarta e quinta elementare, e in secondo luogo, alle loro famiglie a titolo gratuito. Questo dare sostegno ai ragazzi e alle loro famiglie, soprattutto in questo periodo storico in cui è evidente il disagio sociale che stiamo vivendo, vanno supportate e aiutate. Esso viene realizzato nel periodo compreso fra novembre e giugno.

Per la realizzazione del progetto vengono coinvolti professionisti specializzati con consolidata e pluriennale esperienza. Si tratta di avvocati specializzati nel Diritto di famiglia e del minore, di giornalisti specializzati sul tema dell’integrazione e delle diversità culturali, di ingegneri informatici, di soggetti della polizia postale, di medici specializzati nel corretto stile di vita, di formatori che avranno il compito di insegnare il rispetto di sé stessi e dell’ambiente.

Il progetto “Imparo ciò che vivo” è organizzato dell’’Associazione Bimbo Aquilone ONLUS, impegnata in diversiIMG-20190123-WA0011progetti di carattere sociale (borse di studio a studenti bisognosi, piccoli interventi assistenziali a favore di famiglie e bambini in gravi difficoltà economiche e di salute, sostegno a distanza dei bambini in strada in Brasile in collaborazione con ADRA Brasile, in Argentina e in Rwanda). L’Associazione, oltre al sostegno a distanza, nel tempo si è occupata di numerosi progetti, con la volontà di contribuire alla costruzione di un mondo in cui i diritti al cibo, alla sanità e all’istruzione siano esercitati e riconosciuti a tutti.

Il progetto è stato realizzato inizialmente nella ex-scuola della CELI “Gesù di Nazareth” di Torre Annunziata (anno scolastico 2017/18), e successivamente presso diverse scuole statali a Roma e a Trieste (anno scolastico 2018/19). Esso è stato finanziato con i fondi 8xMille delle comunità locali coinvolte e della CELI ed è coordinato dalla Responsabile della Diaconia della CELI, Avv. Daniela Barbuscia.

Progetto a Torre del Greco 2017/18
Lotta al Bullismo: Progetto “Imparo cio’ che vivo”
Sabato 16 giugno a Torre del Greco si conclude “Imparo ciò che vivo” – progetto di lotta al bullismo, integrazione e buona cittadinanza
Progetto a Roma 2018/19
La violenza ha molte facce
“Siate protagonisti delle vostre vite”
Progetto a Trieste 2018/2019
Il progetto “Imparo ciò che vivo” a Trieste
Trieste: conclusione del progetto “Imparo ciò che vivo”
Lezioni per la vita: La conclusione del progetto “Imparo ciò che vivo” a Trieste