Versetto del 30 Marzo

Non tutte le notizie sono disponibili in tutte le lingue

Caricamento Eventi
30 marzo
Parola per il giorno – 30.03.2020
Se uno cade non si rialza forse? Se uno si svia, non torna egli indietro? (Geremia 8,4)
Gesù dice: Colui che viene a me, non lo caccerò fuori. (Giov.6,37)

La temiamo per tutta la vita, la perdita del controllo. Un bambino cresce e impara man mano a controllare il proprio corpo e le proprie azioni. Gattona, si alza, impara a camminare e a parlare. Per l’adolescente si aprono una moltitudine di possibilità: lui/lei può imparare un mestiere, sfruttare le proprie virtù fisiche e mentali, conquistare amici, trovare un compagno per la vita, costruire la sua vita sotto la propria responsabilità.

La nostra costituzione fisica, sociale e spirituale come anche le nostre scelte personali di vita si basano su some abbiamo imparato di controllarci. Al momento abbiamo ceduto un po’ del nostro controllo, ma non tutto il controllo!

Dove vagano i miei pensieri, di cosa si nutre la mia speranza e la mia fiducia, quale messaggi condivido, quali libri leggo – tutto questo sta ancora e sempre nelle mie mani, adesso più che mai.

Cadere è perdita del controllo, sempre e in ogni età. Bambini piangono e si fanno male. Per le persone vecchie una caduta spesso segna l’inizio dell’ Addio, perché non sono in grado di affrontare le conseguenze della caduta.

Anche in modo metaforico si parla di “caduta”, quando una persona perde il controllo sociale e cade in dipendenza per esempio della droga o della criminalità.

Si può cadere in depressione, perché l’isolamento non è sopportabile.

Si può cadere in sentita lontananza da Dio, se si aveva da sempre un Dio lontano, che anche adesso non si vuole fa vedere.

E tutti i caduti delle guerre!

Potrebbe essere che cadere è il nostro destino? Il poeta Rainer Maria Rilke però sapeva: “Ma c’è qualcuno che tiene tutto questo cadere nelle sue mani.”

Preghiera:

Prendimi per mano, Dio, e aiutami a rialzarmi di nuovo. Rivolgimi la tua Parola buona e possa di nuovo nutrire speranza. Mostrami una via d’uscita, e già mi togli un peso dal cuore. Con te posso proseguire il mio cammino.

Per un buon inizio della settimana – mantenuti nella mano di Dio, portati dalla Parola di Dio, con speranza e fiducia nel cuore, e forse un canto sulle labbra,

vostra Kirsten Thiele