Verona: Mostra “Momenti di Luce – Sguardi illuminati”

Non tutte le notizie sono disponibili in tutte le lingue

Caricamento Eventi
9 giugno | 16:00 - 15 giugno | 19:00
Via del Pontiere 30 Verona, Italia
Metafisica e creazione – Opere di Monika Schlüter e Christin Behrend nella chiesa di San Domenico al Corso a Verona dal 9 al 15 giugno

La tensione tra metafisica e luce è al centro di una mostra inaugurata lo scorso 9 giugno 2019 nella chiesa barocca di San Domenico al Corso a Verona. Nelle opere di Monica Schlüter e Christin Behrend parla la luce come specchio del mondo e del creato. La mostra rimane aperta fino al 15 giugno: “Momenti di luce – Sguardi illuminati”.

Plakat2La metafisica della luce, da un lato, permette all’occhio umano di riconoscere quello che è attorno a noi, dall’altro apre spunti di riflessione sulle interrelazioni della creazione”, così ha sintetizzato la presidente della Comunità Evangelica-Luterana di Verona – Gardone, Christine Schenk. Le opere delle due artiste Monica Schlüter e Christin Behrend continuano in questo senso la festa di Pentecoste, che si svolge nello spirito delle forze vivificanti e generatrici di speranza e fede dello Spirito Santo.

Le due artiste fin da giovani si sono esercitate lavorando con materiali e tecniche pittoriche diverse. Le opere di Monica Schlüter, nata a Verona, sono caratterizzate da una rappresentazione particolarmente realistica dei suoi soggetti. Le sue nature morte hanno una definizione quasi iperrealista, come se si trattasse di scatti, di spicchi di realtà catturati attraverso il mirino di una macchina fotografica. Tutta l’attenzione di Schlüter punta a cogliere l’attimo, la forza della luce, perché dona visibilità e drammaticità alla natura e alle cose.

Christin Behrend è originaria del Württemberg. Nella sua prlaudatio Christine Schenkoduzione si combinano stili figurativi con suggestioniespressioniste, lavori eseguiti ad acquerello, acrilico e olio. Il risultato sono dipinti carichi di emozioni che sprigionano un’atmosfera di forza che rimanda al futuro, promettendo nuovi orizzonti. Behrend elabora temi della sua vita personale, trascendendoli però da tempo e spazio. I suoi dipinti parlano di esperienze e della liberazione spirituale. Sono delle finestre aperte sull’aldilà che nello stesso momento confermano la vita, anche in un positivo senso escatologico. La libertà espressa attraverso colori caldi, lo sguardo puntato sul futuro e verso l’alto. La vita vista come una possibilità e una promessa contro la paura.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 16.00 alle 19.00 fino al 15 giugno. Verona, San Domenico, Via del Pontiere, 30. Ingresso libero.

nd