Diritti delle Donne = Diritti umani Sull’imparità dei diritti nella vita quotidiana

Non tutte le notizie sono disponibili in tutte le lingue

Caricamento Eventi
27 marzo | 9:00 - 29 marzo | 17:00
27 – 29 Marzo 2020

Le chiese luterane si impegnano più che mai per la realizzazione dei Diritti Umani, ma aumentano le battute d’arresto per quel che riguarda i Diritti Umani delle donne. La Rete delle Donne della CELI organizza, sabato 28 marzo, un seminario su questo tema attuale.

Il seminario si occuperà della Convenzione delle Nazioni Unite per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW, 1979); vogliamo conoscere meglio questa convenzione, in modo vario e creativo. CEDAW è il più importante strumento internazionale giuridicamente vincolante in materia di diritti delle donne. Gli stati che ratificano la CEDAW, tra i quali anche l’Italia, si impegnano non solo ad adeguare ad essa la loro legislazione, ma a eliminare ogni discriminazione praticata in tutti gli ambiti della vita, anche in quella privata.

Ma a che punto siamo oggi? Cosa c’è ancora da fare? E la nostra chiesa è un luogo attivo e inclusivo per realizzare i diritti delle donne e quindi i diritti umani?

Ci aspetta un programma interessante con donne qualificate che ci accompagneranno durante la giornata.

  • Maria Cristina Rendòn, Ginevra, già Assistente al Programma per la giustizia di genere e l’empowerment delle donne presso la Federazione Mondiale Luterana
  • Claudia Signoretti PartecipArte, Roma, promotrice della Piattaforma italiana “CEDAW” ,

collaborazione alla redazione dei materiali sulla CEDAW  e la loro presentazione al Comitato delle Nazioni Unite. Promotrice e animatrice con lunga esperienza nella gestioni di laboratori interattivi sul modello del “Teatro dell’Oppresso” di Augusto Boal.

Saranno presenti membri del “Osservatorio interreligioso sulla violenza contro le donne”, fondato nel mese di marzo 2019 in Italia, che ci parleranno di questa iniziativa.

Il seminario si svolgerà in lingua tedesca e italiana e sono invitati donne e uomini.