Trento: convegno su “Cosa ci ha lasciato Martin Lutero?”

Non tutte le notizie sono disponibili in tutte le lingue

Caricamento Eventi
6 ottobre 2017 | 8:00 - 7 ottobre 2017 | 17:00
Strada di Cadine, 33 Trento, Italia

Chiusura 500 riforma TN

6 e 7 ottobre a Trento, convegno all’insegna dell’ecumenismo

Roma, 11 settembre 2017– La Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI), che riunisce le comunità luterane dell’intera penisola, ricorda che i prossimi 6 e 7 ottobre a Trento – presso il Centro Mariapoli in Strada di Cadine 33 nella frazione di Cadine – si svolgerà il convegno Cosa ci ha lasciato Martin Lutero? – Per una conclusione aperta del Quinto Centenario della Riforma, aperto a pastori, parroci, operatori pastorali, catechisti, insegnanti e a chiunque altro fosse interessato al tema.

La scelta di organizzare il convegno a Trento, cioè proprio nella città del Concilio, è evidentemente simbolica: voluta e promossa dalla CELI e dall’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI, l’iniziativa ha infatti non solo l’obiettivo di concludere l’anno di celebrazioni del 500° anniversario della Riforma protestante ma, soprattutto, l’intenzione di guardare al futuro.

I lavori prenderanno spunto da quanto sottolineato nel capitolo IV di Guarire le memorie sulla Riforma, la Dichiarazione Comune per il 2017, formulata dalla Conferenza Episcopale Tedesca e dalla Chiesa Evangelica in Germania: “oggi evangelici e cattolici possono dire insieme che gli impulsi della Riforma, ma anche le critiche ad essa e le critiche alle critiche, hanno segnato profondamente la comprensione sia evangelica sia cattolica di ciò che è essenziale per il cristianesimo. Le confessioni oggi devono chiarire come considerano il rapporto tra le somiglianze sostanziali e le differenze confessionali. […]. Adempiere questo compito ci aiuterà a riportare la questione di Dio nel dialogo”.

Con questo spirito, saranno tenuti i diversi interventi. Spesso “a due voci”.

Ad iniziare da Martin Lutero tra oggi e domani. Cosa può e deve restare del pensiero di Lutero?: una riflessione teologica, cattolica e luterana, da parte di don Angelo Maffeis, Professore Ordinario della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (Milano), e del Dr. Karl-Hinrich Manzke, Vescovo della Chiesa Evangelica Luterana dello Schaumburg-Lippe e responsabile della Federazione delle Chiese Evangeliche Luterane in Germania per le relazioni con la Chiesa cattolica.

O come la relazione Guarigione delle memorie: cosa significa? Come si fa? con la quale il Prof. Brunetto Salvarani, Docente di teologia della missione e del dialogo presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna, e il Pastore Heiner Bludau, Decano della Chiesa Evangelica Luterana in Italia, proveranno a individuare una linea comune.

Ma il programma prevede non solo relazioni.

Saranno organizzati cinque gruppi di studio che ragioneranno rispettivamente su ognuno dei cinque imperativi ecumenici indicati nel documento “Dal conflitto alla comunione” (elaborato dalla Commissione luterana-cattolica nel 2013), con l’obiettivo di concretizzarli.

E venerdì sera, in cattedrale, ci sarà una preghiera aperta alla cittadinanza, guidata dal Vescovo di Trento, Mons. Lauro Tisi, e dal Vescovo luterano Dr. Karl-Hinrich Manzke: sarà una preghiera di “guarigione della memoria” con una reciproca richiesta di perdono e un’invocazione comune della misericordia di Dio.

Come Chiesa Luterana siamo davvero felici di aver voluto e organizzato, insieme alla Chiesa Cattolica, il convegno di Trento: vivremo insieme questo incontro in uno spirito di fraternità e amicizia. Già da tempo è iniziata una nuova stagione tra le nostre due Chiese, nel solco di quanto condiviso in documenti elaborati congiuntamente quali l’ormai ben noto Dal conflitto alla comunione. A Trento daremo vita al contenuto di questo documento. E confido che la guarigione delle memorie ci aiuterà, in futuro, ad essere ancora più vicini – spiega Heiner Bludau, Decano della CELIPeraltro, quest’anno di celebrazioni del 500° della Riforma è stato vissuto come una vera e propria festa di Cristo e della cristianità e il nuovo impulso al dialogo ecumenico ha spesso coinvolto anche le altre Chiese cristiane. Come accaduto lo scorso novembre, proprio a Trento, quando, all’incontro organizzato dalla CEI, noi luterani lavorammo in armonia non solo con i cattolici, ma anche con valdesi, metodisti, battisti, avventisti e pure con i rappresentanti delle Chiese pentecostali. Un ricordo che ci dà entusiasmo per la prossima partecipazione, in novembre, al nuovo incontro di Assisi, stavolta con la presenza anche delle Chiese ortodosse e della Chiesa d’Inghilterra.”

Il programma dettagliato del convegno, con orari e modalità di svolgimento, è scaricabile da qui.