Addio ai tri-pastori

CCPM Milano saluta i pastori Foeth, Stempel-De Fallois e De Fallois
La seconda domenica dopo Trinitatis è stata segnata dall’addio dei tre pastori della comunità Cristiana Protestante di Milano. Nora Foeth, Anne Stempel-De Fallois e Johannes Fallois sono stati congedati dal loro servizio dal decano Heiner Bludau. Il culto solenne si è svolto ancora all’insegna del Covid-19. Anne Stempel-De Fallois ha partecipato via video dalla Germania, solo 50 persone sono state ammesse in chiesa, mentre il culto è stato trasmesso in diretta Facebook.

Il culto di congedo è stato anche l’occasione per presentare la nuova immagine di guida della Comunità CCPM: “Die Tür ist offen: Casa aperta”. Non un circolo chiuso quindi, ma un “Vieni, ti accogliamo, tutto è pronto”. Il testo per la predica dal Vangelo di Luca (14, 16-24), la parabola del grande banchetto, si occupava proprio di questa tematica. E giustamente la predica è stata presentata in forma di tria-logo – del resto non poteva essere diversamente visto che si trattava di un tri-congedo. La parte spettante a Anne Stempel-De Fallois, che ha salutato la sua comunità con un messaggio video, è stata presentata dal predicatore laico e membro del consiglio della chiesa, Matthias Bauhuf.

 

Il testo della predica è stato spunto per un confronto con la situazione attuale. Nella parabola raccontata da Luca sono gli predicaospiti che inaspettatamente si tirano indietro, annullano la loro presenza. Un po’ la stessa cosa che è accaduta nella primavera del 2020 nella Comunità CCPM e a  Milano in generale a causa della pandemia da coronavirus, quando molte cose hanno dovuto essere spostate e cancellate. Molte cose, ma non l’amore e l’attenzione per il prossimo, soprattutto per chi si trova ai margini: “Quelli con stampelle e protesi, con maschere e guanti, con sedie a rotelle e deambulatori; i profughi dei barconi, gli africani, i maltrattati e malmenati, i bambini con gli occhi senza speranza, i vecchi, soli e abbandonati davanti alla televisione; le persone cieche per davvero e in senso figurativo, le persone senza spina dorsale o con la mentalità ottusa… tutti. Da ciò il quesito di fondo della predica: chi siamo noi tra tutti questi?

 

Dopo la predica la band CCPM fondata da Johannes De Fallois, ha letteralmente acceso la chiesa con l’esecuzione rock del gospel “Oh when the saints go marchin’ in” con tanto di tastiera, chitarre, batteria e voce.

 Bludau_klein

Il decano della CELI, Heiner Bludau, nel suo discorso di congedo ha spiegato le diverse strade che ora si aprono per i tre pastori: Nora Foeth conclude l’attività e dopo la fine del suo mandato di sei anni come pastora rimarrà a Milano rimanendo vicina alla Comunità CCPM in qualità di membro; Anne Stempel-De Fallois e Johannes De Fallois torneranno invece con i loro tre figli in Germania come pastori della Comunità Luterana di Starnberg. Per motivi di salute, la coppia lascerà Milano dopo soli tre anni di servizio.

 

I saluti ufficiali causa covid sono pervenuti in forma scritta ad eccezione del presidente del consiglio di chiesa, Andreas Kipar, che ha parlato a fine culto. Johannes De Fallois ha regalato alla sua collega Nora Foeth una canzone d’addio: “„Komm doch mit, zu ‘nem Trip in die Freiheit! (Vieni con noi, per un viaggio verso la libertà! 

 

nd