Cambio di lenzuola

Rifare i letti con le lenzuola pulite è sempre stato di sabato. Così abbiamo imparato. Sin dalla fine della Guerra quando il miracolo economico rese possibile fare viaggi per vacanza in considerevole quantità e c’era bisogno di un certo ordine per gestire l’affluenza, venne inventato il cambio di lenzuola del sabato. Non solo vennero rifatti i letti delle stanze degli ospiti, ma anche le strade provinciali furono sottoposte a dura prova. Anche noi come famiglia abbiamo seguito questa logica, quando cominciammo ad andare in vacanza a sciare nella Val d’Ega. E quando mi stabilii qui a Bolzano, alcuni preoccupati membri di comunità mi hanno fatto capire in modo piuttosto chiaro, che sarebbe stato meglio non andarli a trovare in Val Pusteria di sabato, né in veste professionale, né in quella privata. Perché di sabato di faceva il cambio delle lenzuola.

Il cambio di lenzuola – questo fenomeno l’ho potuto conoscere da un punto di vista totalmente differente. Ed il sabato in questo caso non c’entra niente. Come piccola Comunità evangelica possiamo offrire alloggio in casi particolari. I nostri ospiti non vengono da noi con lo spirito della vacanza o attraverso l’autostrada del Brennero. Il loro viaggio dura spesso mesi, è più che avventuroso ed è dovuto a cause che io in grandi linee non riesco a immaginarmi. Un materasso ed una coperta, e soprattutto un tetto sopra la testa. Questo è quello che possiamo offrire. Per un paio di giorni e solo per poche persone. Niente di più. Eppure questi posti letto sono ambiti e il cambio di lenzuola è molto atteso.

Per me è una nuova esperienza. Persone vivono per strada, anche in inverno, sebbene la regione e la città siano benestanti e nonostante ci siano appartamenti vuoti. La politica non vuole creare attrazione per l’accesso di immigrati non assegnati, e gli investitori vogliono tenere gli appartamenti come depositi di soldi che possono vendere con profitto e gli inquilini potrebbero essere allora piuttosto d’impedimento. Posso ascoltare e capire queste argomentazioni. Ma nel cuore comprendere che per questo uomini debbano vivere sulla strada, questo non lo capisco. Il cambio di lenzuola – vorrei che questa parola tornasse ad avere un significato piacevole e innocente.

Past. Michael Jäger, Bolzano