Il Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia 2016 - Chiesa Evangelica Luterana in Italia

Il Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia 2016

SINODO LUTERANO 2016, IN PROGRAMMA:

ELEZIONI PER LA PRESIDENZA DEL SINODO E DEI MEMBRI LAICI DEL CONCISTORO, DECISIONI IN TEMA DI DIRETTIVE ANTICIPATE DI FINE VITA E
RAFFORZAMENTO DELL’IMPEGNO VERSO RIFUGIATI E MIGRANTI

La 1a seduta del XXII Sinodo si terrà in Alto Adige dal 22 al 25 aprile

Roma, 20 aprile 2016 – La Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI) annuncia che da venerdì 22 a lunedì 25 aprile si svolgerà in Alto Adige l’assemblea annuale del proprio Sinodo, presso la Lichtenburg Fondazione S. Elisabetta di Nals (BZ).

I momenti principali dei lavori 2016 dell’organo sovrano della CELI – che dibatte e delibera su tutte le materie della vita ecclesiale – saranno le elezioni dei membri della Presidenza del Sinodo stesso e dei membri laici del Concistoro, nonché di quelli della Commissione Tecnico-finanziaria e dei Collegi – rispettivamente – dei Revisori dei conti, dei Conciliatori e in materia di Fede e Dottrina.

Altre due fasi rilevanti dell’Assemblea saranno costituite dalle discussioni e successive decisioni su due temi fondamentali: le direttive anticipate di fine vita e il rafforzamento dell’impegno diaconale per l’accoglienza e l’aiuto a rifugiati e migranti.

Nel primo caso, è previsto un dibattito – prima in gruppi di lavoro e poi in plenum – sul documento elaborato dalla Commissione sulle direttive anticipate di fine vita (testamento biologico) e sulla tutela della persona in fin di vita, istituita con delibera sinodale del 2013 e composta da due pastori e quattro membri laici. Le discussioni dovranno condurre all’approvazione di un documento comune.

Nel secondo caso, invece, saranno presentati i risultati del lavoro della Commissione per i rifugiati e la diaconia, nominata dal Concistoro in conseguenza della dichiarazione del Sinodo 2015: in quella occasione, l’Assemblea – consapevole delle radici principalmente migratorie della CELI, della drammatica trasformazione del Mediterraneo nel mare più letale al mondo e dei rischi enormi corsi da chi vuole raggiungere l’Europa pur di fuggire da guerre, persecuzioni, disastri ambientali e povertà, nonché della complessità dei fenomeni migratori e dell’impatto di una cattiva integrazione sull’intera società – s’impegnava e incoraggiava le comunità a fare di più per l’accoglienza, innanzitutto rafforzando o attivando reti sul territorio per progetti concreti di intervento.

Da sempre sono convinta che le sedute del Sinodo costituiscano la più importante occasione di riflessione e decisione per la vita della nostra Chiesa, ancor di più quando prevedono il rinnovo di alcune cariche, perché dal dibattito nascono nuove idee ed energie funzionali alla sua crescita  – spiega Christiane Groeben, Presidente uscente del Sinodo della CELIPersonalmente, sarei felice se questo mio, probabilmente ultimo, mandato alla guida dell’Assemblea sinodale si concludesse con significative prese di posizione sul tema del cosiddetto testamento biologico e dell’impegno a favore di chi viene in Europa alla ricerca di una speranza. In particolare, sarei lieta di decisioni che, ispirate dal superamento della logica meramente assistenziale dell’accoglienza di rifugiati e migranti, promuovano iniziative che partano dal riconoscimento della loro storia individuale e collettiva”.

Nel corso della riunione assembleare, saranno inoltre presentate le tradizionali relazioni sui numerosi progetti che i luterani promuovono in Italia o a cui partecipano concretamente, soprattutto in ambito etico e sociale come avviene con la Cura d’anime ai carcerati, le azioni della Rete delle donne o le attività della Scuola materna ed elementare a Santa Maria La Bruna (NA).

L’Assemblea sinodale 2016 si concluderà con il Culto di chiusura che sarà celebrato presso la chiesa luterana Christuskirche in Via Col di Lana 10 a Bolzano.

BMP (Ufficio Stampa CELI)