3 Quando si ricorre alle Disposizioni anticipate di trattamento? - Chiesa Evangelica Luterana in Italia

3 Quando si ricorre alle Disposizioni anticipate di trattamento?

Un dato di fatto che a molti non risulta chiaro è che le DAT vengono utilizzate solo nel momento in cui l’interessato a causa di una malattia o di un incidente non è più in grado di prendere delle decisioni e di esprimere la sua volontà autonomamente. In principio non sono altro che un consenso informato anticipato come deve essere sottoscritto all’ospedale prima dell’inizio di qualsiasi terapia o operazione; anche questo è un diritto fondamentale: ogni paziente ha il diritto di essere informato sulla sua diagnosi e prognosi e sulle scelte terapeutiche, per decidere l’ulteriore procedere con l’aiuto del medico. Sotto questo aspetto non è solo una decisione per se stessi, ma anche un aiuto per i familiari. Far prendere delle decisioni su un proseguimento o un’interruzione di terapie e di trattamenti che prolungano la vita di pazienti che non sono più in grado di decidere per loro stessi, in una situazione già pregna di dolore per la famiglia e per il partner, è una richiesta per loro spesso quasi insopportabile.