Una sfida digitale - Chiesa Evangelica Luterana in Italia

Una sfida digitale

COMUNICATO STAMPA
2° Seduta del XXIII Sinodo della CELI – 29.04.2021 – 01.05.2021 – Online
“Continuità, cambiamento, futuro – La misericordia come responsabilità della Chiesa“
Fervono i preparativi per il Sinodo digitale
Ambiente, gioventù, digitalizzazione, elaborazione del periodo Covid, diaconia
Documento programmatico CELI sulla Giustizia di Genere
56 sinodali di 15 Comunità
Impulsi per il futuro
Direttivo della chiesa, decanato, sinodali e ospiti, collegati in rete dal 29 aprile al 1° maggio

Il conto alla rovescia è iniziato. Mancano meno di due settimane all’apertura della 2° Seduta del XXIII Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia. Il Presidio Sinodale e il Decanato sono impegnati nella preparazione dell’evento digitale, e l’obiettivo è ambizioso: un formato accessibile a tutti, che rispetti però i più alti standard di sicurezza informatica.

La digitalizzazione della Chiesa è stato già un tema nell’ambito della 1° Seduta del XXIII Sinodo e lo sarà anche della seconda. Un punto dell’ordine del giorno che si è imposto giocoforza a causa della pandemia di Coronavirus, spazzando via dubbi e incertezze sui culti e la cura pastorale digitale che ancora sette mesi fa erano oggetto di dibattito. Ma un sinodo via web, almeno questa è la speranza di tutti, dovrebbe restare un’eccezione.

In programma due giorni e mezzo di lavori all’insegna del tema “Continuità, cambiamento, futuro – La misericordia come responsabilità della Chiesa”, ispirato dal versetto dell’anno 2021, “Siate, diventate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso“.

Sei stanze digitali verranno create appositamente per ospitare altrettanti gruppi di lavoro sui temi: ambiente, giovani, digitalizzazione, elaborazione del periodo Covid, diaconia. Particolare attenzione sul sesto gruppo di lavoro, incaricato di discutere il documento programmatico sulla giustizia di genere, elaborato dalla commissione sinodale “Gender”, che verrà poi sottoposto all’approvazione del plenum. La CELI infatti è profondamente radicata nei propri valori di fede, ma al tempo stesso si posiziona come una chiesa indipendente e moderna che prende sul serio le questioni di stringente attualità. Una chiesa che interpreta se stessa come soggetto capace di ascoltare e dialogare con la società e che sta accanto alle persone in tutti gli aspetti della vita.

La relazione dell’ospite d’onore del sinodo, il pastore Martin Junge, Segretario Generale della Federazione Mondiale Luterana, sarà senz’altro uno degli highlight del Sinodo 2021. Junge parlerà in streaming venerdì 30 aprile, a partire dalle ore 15 (in tedesco con traduzione simultanea in italiano).

Un vantaggio del formato digitale del Sinodo è che gli ospiti potranno seguire i lavori ovunque si trovino. Lo stesso vale per i membri CELI sparsi in tutta Italia, che possono esercitare il loro diritto a partecipare (in modo passivo) al Sinodo, collegandosi da casa e per coloro che non appartengono alla chiesa ma che sono interessati a questioni religiose, o alIa CELI in particolare. Gli ospiti e gli interessati sono pregati di iscriversi tramite il sito web della CELI, www.chiesaluterana.it/synode-2021/, per ricevere un codice di accesso. Il Sinodo si terrà in italiano e tedesco. La traduzione simultanea è disponibile anche per ospiti e partecipanti non sinodali.

Nell’ambito della 2° Seduta del XXIII Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia non sono previste elezioni. Ma il titolo „Continuità, cambiamento, futuro – La misericordia come responsabilità della Chiesa“, e le tematiche affrontate dai gruppi di lavoro – così ritengono il Presidio del Sinodo, Wolfgang Prader e Ingrid Pfrommer, e il Concistoro della CELI – promettono importanti impulsi per il futuro cammino della Chiesa Evangelica Luterana in Italia.

 

29.04.2021 – 01.05.2021

 

Per registrazioni e informazioni:

https://www.chiesaluterana.it/synode-2021/

 

nd

16.04.2021

Foto: Pixabay