Il 12° Sinodo della EKD a Dresda: verso una Chiesa di giustizia e pace

Discorsi di Bedford – Strohm e Irmgard Schwaetzer

Dal 10 al 13 novembre a Dresda si sono ritrovati in 120 per il 12° Sinodo della EKD. Il Sinodo è stato segnato anche dalle storiche celebrazioni del giorno precedente, il 9 novembre, 30esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino. Più che mai, la EKD vede il suo compito in una stretta connessione tra fede e impegno sociale. Ciò è stato sottolineato sia dal Presidente della Chiesa Evangelica Tedesca, Heinrich Bedford – Strohm, sia dalla Presidente del Sinodo, Irmgard Schwaetzer, nei loro discorsi programmatici di apertura.

Il presidente EKD, vescovo Heinrich Bedford – Strohm. Secondo Bedford Strohm, i temi della giustizia, della pace e della salvaguardia del creato non hanno perso nulla della loro attualità. Caduto il Muro, non si sono realizzate però le speranze di un mondo finalmente pacificato. Domina il senso di impotenza che in molti provano di fronte al progressivo svuotamento di una politica fondata su diritto e etica, soprattutto di fronte all’invasione turca della Siria in violazione del diritto internazionale. Le ostilità contro i curdi sono, secondo il presidente EKD, “un motivo in più per sviluppare con urgenza concetti etici di pace”. Bedford Strohm ha chiamato tutti a (ri)riconquistare i cuori delle persone e a riportarle in chiesa con la forza del Vangelo. Non ha risparmiato le sue critiche alla politica attuale, che è in ritardo rispetto alle dinamiche sociali, ad esempio in materia di protezione dell’ambiente e del clima. “C’è un bisogno urgente di impegno contro il cambiamento climatico”, ha detto il vescovo bavarese. Un’altra questione importante rilevato da Bedford Strohm, è il problema dei migranti e dei salvataggi in mare. Come già annunciato, l’EKD sosterrà l’invio di un’ulteriore nave nel Mediterraneo, progetto sostenuto da un’ampia alleanza sociale. La campagna di raccolta fondi per questo comincerà a dicembre: #wirschickeneinSchiff.

https://www.ekd.de/en/Radiating-the-power-of-the-Gospel-ourselves-1390.htm

La presidente del Sinodo, Irmgard Schwaetzer: La presidente del Sinodo della Chiesa Evangelica Tedesca ha invitato tutti i partecipanti e tutta la Chiesa a spendersi per difendere la pace e la giustizia con voce profetica. Le condizioni preliminari a tal fine sarebbero la partecipazione dei giovani e una chiara presa di posizione contro l’antisemitismo e l’estremismo di destra. Schwaetzer ha affrontato apertamente un altro tema delicato, anche dal punto di vista storico: l’atteggiamento della Chiesa Evangelica nei confronti dell’antisemitismo e del populismo di destra. Dopo l’attentato di Halle non c’è alternativa per la Chiesa e per i cristiani, ha ribadito Schwaetzer, che devono essere decisi, chiari e forti come lo sono stati nel loro impegno per la democrazia e i valori fondamentali, nella loro posizione a difesa dei valori della persona e nel respingere con fermezza derive di odio e di esclusione. In questa direzione va anche la preoccupazione del Sinodo di guardare più da vicino alle tendenze populiste di destra anche all’interno della propria chiesa.

Schwaetzer ha chiesto ai partecipanti di non restare chiusi all’interno delle (bellissime) chiese ma di “gettarsi all’aperto”, di aprirsi al mondo. “Dobbiamo nuovamente partire, seguire l’esempio di Cristo. Mettiamoci in cammino per raggiungere le persone aperte al nostro messaggio. È arrivato il momento di reimpostare la rotta, interrogarsi criticamente e discutere in modo vivace per prendere le giuste decisioni per la chiesa del futuro.”

https://www.ekd.de/en/We-need-a-debate-on-peace-ethics-1392.htm

Il Sinodo dell’EKD è, insieme al Consiglio e alla Conferenza della Chiesa, uno dei tre organi di governo dell’EKD; è composto da 120 membri. I compiti del Sinodo comprendono l’organizzazione di manifestazioni e l’elaborazione di prese di posizione su temi di attualità, nonché attività di sostegno ai lavori del Consiglio della EKD. Il Sinodo discute e adotta anche il bilancio e le leggi ecclesiastiche. È guidato dal Presidium, presieduto da Irmgard Schwaetzer. Il presidente del consiglio dell’EKD è il vescovo Heinrich Bedford-Strohm. L’EKD è la comunità di 20 chiese regionali luterane, riformate e unite, che rappresenta 21,1 milioni di cristiani protestanti in Germania, suddivisi in più di 14.000 comunità.

nd