Riflessioni “stellari” sull’Avvento

Sotto quale stella sei nato? Le stelle hanno qualcosa di affascinante. Esse parlano al cuore, sono espressione di lusso e prosperità e sembrano indicare una nuova era felice. Conosciamo la stella come fiero distintivo di una marca d’auto di lusso o come elemento di qualificazione per hotel e ristoranti. Le stelle sono simboli per i campionati di calcio vinti, e si trovano anche nelle bandiere e negli emblemi. Possono addirittura assumere una connotazione politica. Nella mia testa c’è ancora l’immagine di una stella rossa che brilla sull’edificio di un’azienda nella ex DDR, un segnale di presunta realizzazione della programmazione economica industriale socialista . . .Krautwurst

Momenti stellari

Le stelle sono espressione di bellezza e positività, sono segnali che risvegliano in noi un atteggiamento di attesa positiva. In questi giorni le ritroviamo ovunque, come elementi decorativi nelle nostre strade e piazze, nelle nostre case, stelle di carta, paglia, legno, plastica e metallo. Simboli dell’Avvento e del periodo natalizio. Nel nostro versetto del mese di dicembre, la stella indica l’avvenire di una nuova epoca e coloro che hanno potuto interpretare questa stella “…sono stati invasi di gioia”! Oggi sappiamo che non si trattava di un’unica stella, bensì di una costellazione. Diverse stelle insieme hanno dato luogo ad una formazione che ha creato un bagliore luminoso in mezzo al bellissimo cielo stellato. E questa apparizione ha annunciato qualcosa di nuovo, grande e inimmaginabile, se si sa come interpretarla.

Leggere le stelle

La Bibbia racconta che dei saggi, interpreti delle stelle, ovvero i Re Magi, si misero in cammino per assistere di persona a questo evento unico. Ma contrariamente a tutte le aspettative, non andarono ad incontrare il lusso e la ricchezza, bensì la povertà e la modestia. Dio viene da noi non in pompa magna, in veste di un potente re che vive in una reggia, ma come un bambino piccolo, povero ed emarginato, nato in una malandata stalla, con una mangiatoia come culla. Il Dio che viene tra di noi e che vuole essere vicino a noi, assume tutte le sembianze dell’essere umano: “….è miserabile, nudo e povero”, racconta la storia del Natale.

Stelle d‘Avvento

Dio spesso si manifesta in modo inaspettato, in modo divino e non secondo le nostre idee umane. Dio capovolge il mondo, elevando chi sta in basso e togliendo i potenti dal trono. Dio vuole anche cambiare il mio pensiero, il mio quotidiano, la mia vita intera, se solo glielo permetto. E sono questi i momenti in cui riesco ad avvicinarmi a Dio. Momenti che diventano magici.

Auguro a tutti voi un felice Avvento e un sereno Natale

Martin Krautwurst, pastore di Merano