Progetto Rose Rosa

Progetto Rose Rosa

L’iniziativa Rose Rosa nasce da un’idea di Cordelia Vitiello, referente del Sud d’Italia della Rete delle Donne della CELI (Chiesa Evangelica Luterana in Italia). Il Progetto nasce da un approfondimento di idee della Rete delle Donne per sostenere non solo il lato spirituale, ma anche quello sociale.

L’intento del Progetto è quello di sostenere l’universo delle giovani donne attraverso la promozione e la prevenzione della salute, contribuendo, dunque, a sostenere l’animo femminile dalle prove che la vita, spesso, chiede di superare. Partendo dalle classi disagiate, che sono quelle più colpite da una mancanza di punti di riferimento concreti sul territorio, si creerà un ambiente confortevole. Si cercherà di raggiungere un bacino ed un tipo di utenza che risulta difficile da sensibilizzare, ma al tempo stesso è considerata la più fragile (soprattutto considerandone i disagi socio-economici). Rose Rosa pone l’attenzione sulla creazione di uno spazio-amico che sappia offrire servizi di salute e di comunicazione culturale sostenuti da professioniste/i dell’area Risorse Umane e da associazioni (quali ad esempio il “Gazebo Rosa”) sensibili da tempo alle problematiche femminili.

L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la cultura della prevenzione attraverso l’educazione sanitaria e sessuale, la comunicazione e l’integrazione attraverso informazioni utili, scientificamente supportate e corrette, ma al tempo stesso, semplici e chiare.

Sono previsti cicli di incontro/dibattito con medici, psicologi e assistenti sociali; in tali occasioni, potranno essere approfonditi temi e discussioni creando così i giusti supporti per un tipo di informazione educativa e diretta.

I seminari e i laboratori avranno ad oggetto la prevenzione dei tumori al seno e al collo dell’utero, l’importanza delle visite ginecologiche, la prevenzione di malattie con trasmissioni sessuali.

In particolare gli obiettivi del Progetto sono:

  • sostegno e assistenza psicologica/medica a donne vittime di violenza familiare e sociale, combattendo l’omertà, la difficoltà e il silenzio;
  • prevenzione delle malattie che colpiscono prevalentemente le donne;
  • accoglienza e sostegno per donne che si confrontano con situazioni quali disagi familiari, gravidanze, aborti e malattie.

Il Progetto Rose Rosa è suddiviso in varie fasi:

Formazione: incontro tra i vari soggetti coinvolti nel Progetto che prendono in considerazione sia la materia sia le metodologie di insegnamento in riferimento all’utenza specifica;

Consulenza psicologica         

Visite mediche: Rose Rosa gode già dell’approvazione del Consiglio d’Amministrazione dell’Ospedale Villa Betania, (Ponticelli, NA) che si è mostrata disponibile nell’eseguire a tutte le fruitrici del Progetto i seguenti esami:

– pap test

– thin prep

– citologico del secreto mammario.

Enti Partner: Ospedale Evangelico Villa Betania, Servizi Sociali (contatti con fruitrici del Progetto). Psicologa: Nicoletta Sansone.

Flyer Rose Rosa