Pubblicazioni


Ermanno GENRE,
Martin Bucer
Un domenicano riformatore
Piccola Collana Moderna 131, Claudiana, pp. 118, Euro 11

Insieme a Lutero e Zwingli, che considerò suoi maestri e cercò invano di pacificare, Martin Bucer (1491-1551) è uno dei padri fondatori delle chiese riformate d’Europa. Arrivato a Strasburgo nella primavera del 1523, in breve tempo fece della città un vero e proprio laboratorio teologico, a cui partecipavano anche i laici, e una terra d’asilo per molti rifugiati, tra cui il giovane Calvino. Domenicano, scomunicato per aver sposato una monaca, ebbe sempre a cuore l’unità dell’unica chiesa di Cristo anche quando Carlo V impose il ritorno del cattolicesimo a Strasburgo: con immutata convinzione e passione cercò, inutilmente, il dialogo con Roma e si batté per il superamento delle divisioni tra luterani e zwingliani.

Ermanno Genre, pastore valdese, è docente di teologia pratica presso la Facoltà valdese di Teologia di Roma e professore invitato in diversi altri istituti.