Verso il 2017. A Torino un ciclo d’incontri per il 500° della Riforma

Non tutte le notizie sono disponibili in tutte le lingue

Caricamento Eventi
1 marzo 2016 | 8:00 - 15 marzo 2016 | 17:59
Torino, Italia
La Riforma e le sue implicazioni, teologiche, sociali, culturali e politiche

A un anno dal Cinquecentenario della Riforma che le chiese protestanti celebreranno in tutto il mondo nel 2017, in Italia si stanno muovendo le prime iniziative.
A Torino il Centro evangelico di cultura “Arturo Pascal” propone una serie di cinque seminari sull’attualità della Riforma protestante e sull’influenza che essa ha avuto non solo in ambito religioso, ma anche sociale e culturale. Gli incontri sono pensati principalmente, ma non esclusivamente, per la formazione degli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e si terranno ogni martedì, dal 16 febbraio al 15 marzo prossimi, alternativamente presso il liceo classico “Massimo D’Azeglio” e il liceo scientifico “Alessandro Volta” .

I temi degli incontri riguardano:
Lutero, la Riforma in Europa e in Italia (Lothar Vogel, Facoltà valdese; Susanna Peyronel, Università di Milano);
Il protestantesimo tra società e cultura (Simone Maghenzani, Università di Cambridge; Martin Wallraff, Università di Basilea);
Il protestantesimo, la filosofia e l’etica della responsabilità (Pawel Gajewski e Fulvio Ferrario, Facoltà valdese);
Riforma, scuola, politica e democrazia (Claudio Tron, dirigente scolastico; Paolo Naso, Sapienza Università di Roma).
L’ultimo appuntamento sarà una tavola rotonda dal titolo “Ha senso parlare oggi di Riforma?” con mons. Franco Buzzi, Biblioteca Ambrosiana di Milano; Paolo Ricca, Facoltà valdese; Adriano Prosperi, Scuola Normale di Pisa.
I seminari – sostenuti dall’8 per mille delle chiese metodiste e valdesi, della Comunità evangelica luterana di Torino e dell’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste del 7° giorno (UICCA) – hanno il patrocinio del Ministero dell’istruzione, della Regione Piemonte, della Città di Torino e della Facoltà valdese di teologia di Roma, e la collaborazione dell’editrice Claudiana.

(NEV, 4/2016)