Bando di concorso per la sede pastorale a Torre Annunziata

La Chiesa Evangelica Luterana in Italia cerca per la comunità luterana di Torre Annunziata “Cristo Salvatore” in provincia di Napoli, con sede di lavoro nella stessa città, a partire dal 01.09. 2018 e per la durata di 6 anni, un pastore/pastora o coppia di pastori coniugi e che abbia/ abbiano già avuto esperienza pluriennale nel servizio pastorale preferibilmente presso una chiesa evangelica luterana. Verranno valutate esperienze lavorative pastorali presso altre chiese dell’area storica nell’ambito evangelico.

La Comunità è italiana ed i suoi membri vivono in due comuni confinanti: Torre Annunziata e Torre del Greco. Si tratta di una comunità, la cui formazione si rifà agli anni del secolo scorso, attorno al 1950. Attualmente essa non è numerosa: c. 55 membri, soprattutto adulti ed alcuni di essi sono fuori provincia/regione.

Vi è anche un piccolo gruppo di simpatizzanti, alcuni dei quali diventeranno presto membri di chiesa. Scopo è anche l’ingrandimento della Comunità stessa.

La sede della Comunità, che si sviluppa su una superficie di oltre 1400 mq è costituita da un unico complesso entro il quale vi si trovano: chiesa, casa pastorale, locali (ex) scuola, piccola struttura abitativa dell’ex custode. Vi si accede da una unica entrata chiusa da un cancello ed è quindi anche ben protetta.

Essa fu costruita nel 1965 sul modello di un “centro” e si trova nella ridente zona dell’hinterland del golfo di Napoli, adiacente a Pompei e agli inizi della penisola sorrentina. E’ poco distante da Napoli (ca.20 KM) dove si trova un’altra comunità luterana, questa però bilingue: tedesca/italiana.

La nostra Comunità si è sempre impegnata nell’opera socio-diaconale, che ne ha sempre contraddistinta la sua identità/caratteristica.

Nei suoi locali, in cui una volta c’era la scuola elementare e materna, (chiusa nel 1992) è tutt’ora attivo da c. 25 anni, un progetto con scopi socio/ludico/culturali aperto a tutte le età, attualmente frequentato da c.120/140 utenti, per lo più adulti/della terza età. Sono anche presenti gruppi di donne di media età, che fanno scuola di ballo, ginnastica dolce. Per la popolazione locale questo centro è molto importante e si è sviluppato a crocevia di socializzazione.

Il locale sottostante alla chiesa, adibito a teatro, è tutt’ora usato dalla associazione “diffusione teatro” nata dall’interesse di un membro di chiesa con la caratteristica di essere una “officina di teatro” frequentata da diversi giovani, soprattutto esterni.

A uso della Comunità (ma di proprietà della CELI) è anche, attualmente disponibile, un appartamento di buone dimensioni (c. 140 mq.) ubicato sopra l’edificio scolastico a Torre del Greco, più precisamente a Santa Maria la Bruna e che attualmente serve da “foresteria” e che viene usata per varie tipologie di attività: incontri della Comunità, dare ospitalità a gruppi o famiglie, etc.

Nell’ambito del lavoro nella comunità ci aspettiamo che vengano assolte le mansioni che solitamente si riscontrano nell’ambito del servizio pastorale:

– celebrazione dei culti domenicali, degli “atti liturgici” – battesimi, matrimoni, funerali etc.- studio biblico, lezione di religione per catecumeni e quant’altro di pertinenza come, p.es. guida e organizzazione di incontri comunitari e impegno nell’ambito dell’ecumenismo. Quest’ultimo sempre più crescente.

Caratteristiche generali, che un pastore assegnato alla comunità dovrebbe possedere, oltre quelle indicate dal regolamento per l’assunzione di pastori/pastore di cui alla delibera del Sinodo della Celi del 28/4/2012, sono:

– predisposizione alle attività di evangelizzazione finalizzate a diffondere la conoscenza del pensiero luterano in materia di fede e di organizzazione ecclesiastica, anche attraverso una “creatività” spirituale, che costituisca polo di attrazione per chi non conosca il pensiero luterano e quindi anche al di fuori della stessa Comunità.

– specifica predisposizione a considerare la propria attività pastorale come “missione” e non come semplice “servizio burocratico”. Collaborare in team con il consiglio di chiesa.

Sono indispensabili: logicamente l’ottima conoscenza parlata e scritta della lingua italiana, mentre nel caso in cui il/la pastore/a sia un italiano/a è necessaria la conoscenza della lingua tedesca. Questo, sia in considerazione dei vari contatti che la Comunità ha con varie realtà tedesche, sia per le relazioni inter-ecclesiastiche nella CELI che si svolgono anche in lingua tedesca.

La comunità offre: casa indipendente con integrato ufficio pastorale, con piccolo giardino, cantina, e ampio garage annesso. La casa si sviluppa su due piani: al primo (piano terra) l’ambito di servizio con cucina e sala da pranzo/salotto e piccolo bagno; al secondo (primo piano) 3 stanze da letto, con 1 bagno, + una piccola stanza con bagno, indipendente, per ospiti personali; c’è anche un secondo piano da cui si accede ai due tetti della casa e ad una ulteriore piccola stanza dove è ubicata la lavatrice. Il tutto per c. 130/140 mq.

In considerazione della posizione geografica della sede pastorale, sarebbe preferibile, per l’espletamento del servizio pastorale e vista la complicazione di muoversi altrimenti con i mezzi pubblici, ad essere muniti di patente auto ed avere, auspicabilmente una propria macchina. E’ possibile trovare eventualmente accordi in merito.

La retribuzione è stabilita dal regolamento di retribuzione della Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI).

Si prega inviare il curriculum vitae entro il 31.12.2017 al Decanato di Roma, Via Aurelia Antica, 391, 00165 Roma.  Riceverete altre informazioni e altra documentazione dietro vostra richiesta scrivendo possibilmente via mail all’indirizzo: decanato@chiesaluterana.it, oppure all’indirizzo di posta elettronica della comunità: torre-annunziata@chiesaluterana.it; o al presidente del consiglio di chiesa:
ermevince@yahoo.it (telefoni: cellulare: 377.108.5643 / abitazione: 081. 849.5746)

 

Per il consiglio di chiesa

il presidente, Vincenzo Ermetto