2017: le chiese protestanti in Italia si preparano

La pubblicazione delle 95 tesi di Martin Lutero il 31 ottobre 1517, con cui egli si dichiarava contro l’allora usuale commercio delle indulgenze, da una prospettiva storica rappresenta l’inizio simbolico della Riforma. La Riforma è anche l’espressione e una delle molle che ha scatenato l’inizio di una nuova epoca. Questo movimento che partiva soprattutto dalla Germania e dalla Svizzera e che consisteva in una fede rinnovata e in un nuovo pensiero che si basava sul Vangelo, si diffuse inizialmente in Europa e più tardi in vaste aree del mondo.

Le libertà e la molteplicità culturale, a cui noi tutti oggi contribuiamo in maniera responsabile e secondo le nostre possibilità nelle nostre società, si rifanno essenzialmente all’operare iniziale dei grandi riformatori. Insieme a Martin Lutero operavano Huldrych Zwingli, Guillaume Farel, Giovanni Calvino, Filippo Melantone e moltissimi altri, che hanno posto le prime pietre miliari sul cammino verso un nuovo modo di essere Chiesa e verso un’ecumene delle Chiese cristiane, così come la conosciamo oggi.

Per noi, Chiesa Evangelica Luterana in Italia, questo è un motivo sufficiente per celebrare questo avvenimento 500 anni dopo, nel 2017, insieme alle nostre Chiese sorelle protestanti, ma anche alle Chiese cristiane di altra confessione.

Le origini del pensiero riformato anche in Italia risalgono a molto tempo fa e Martin Lutero ha lasciato le sue tracce anche qui. La comunità delle Chiese storiche evangeliche in Italia insieme a diverse Chiese protestanti più giovani del paese lo testimoniano attraverso la loro predicazione e il loro impegno sociale.

L’intento fondamentale dei riformatori di allora, di essere Chiesa assumendosi la responsabilità di fronte a Dio e agli uomini in conformità con il Vangelo di Gesù Cristo è ancora oggi attuale come allora. Per questo percorriamo insieme il cammino verso l’anno del Giubileo della Riforma. Con questo spirito il 3 dicembre 2016 a Roma  nella chiesa dei Valdesi a Piazza Cavour verrà presentato un documento teologico che è stato redatto da rappresentanti di diverse Chiese evangeliche. Il percorso europeo a tappe del Giubileo della Riforma farà sosta a Venezia e a Roma sotto la guida delle comunità luterane locali. Il Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia che si svolgerà come Sinodo celebrativo dal 22 al 25 aprile 2017 darà spazio a questo tema. Dal 1 al 4 giugno 2017 a Milano nelle diverse chiese protestanti si svolgerà la celebrazione ufficiale del Giubileo della Riforma con un ricchissimo programma di iniziative. Il momento conclusivo celebrativo e spirituale è rappresentato da un culto finale comune, in cui ci aspettiamo la partecipazione di molti ospiti e a cui sono tutti calorosamente invitati. Va infine ricordata anche la nostra partecipazione a livello internazionale all’esposizione mondiale sulla Riforma che si svolgerà nel giardino di Lutero a Wittenberg dal 29 maggio all’11 giugno 2017.

Auspico che la consapevolezza, come Chiesa di Gesù Cristo, di essere e continuare sempre a essere una Chiesa che ha bisogno della Riforma e che la pratica anche, ci accompagni nei prossimi 500 anni di Riforma.

Robert Maier,
Pastore di Milano